Personaggi - I Mercanti
Personaggi - I Mercanti
Presente nel capitoli: 16, 36, 37, 38
I Mercanti sono visti dal Manzoni come gente mossa da un solo pensiero, quello di trarra dagli affari il più largo guadagno. Tipico è il padre di Lodovico, che trovandosi ben fornito di beni, rinunzia al traffico per condurre una vita da signore; egli si studia di dimenticare e di far dimenticare la sua precedente attività, perché se ne vergogna. La mercantessa vedova, che troviamo con Lucia nel lazzaretto, pare faccia eccezione alla regola, infatti è buona e generosa. Ma il mercante che incontriamo nell'osteria di Gorgonzola, è il prototipo dell'egoista conservatore il quale, solo preoccupato della sua bottega e dei suoi affari, deplora i moti della folla. Per costui tutto il mondo si riduce alla sua bottega; amici e nemici sono in ragione diretta dei suoi affari, ossequioso per quelli che comandano, è ostile al disordine e diventa eloquente di quella giustizia che salvaguarda i suoi interessi.
a Splash company